martedì 3 maggio 2011

chi porta davvero i pantaloni.........

Già chi li porta davvero i pantaloni nel governo e nella maggioranza? E' bastato che la Lega puntasse per un secondo i piedi e non solo vacilla tutto ma l'amato capo, i responsabili, e tutto il resto devono, per usare il termine attibuito al Gran Capo leghista (prontissimo come sempre ad azzannare l'alleato se vede che il suo edificio si sta sfaldando..), "calare le braghe" e fare buon viso a cattivo gioco. Infatti la mozione leghista sarà fatta propria dall'intera maggioranza e sarà votata: c'è si una piccola postilla voluta all'ultimo momento dai "calabraghe" che dice che il Governo, allo scadere del termine imposto dalla lega, valuterà con "gli organismi internazionali" se ricorrono i termini per un disimpegno italiano in base alla risoluzione ONU ma cosa volete che sia se alla fine nulla cambierà.... una polpetta avvelenata, naturalmente, e un partito come la Lega la può tranquillamente digerire senza troppi danni, perché ha raggiunto nell' immediato il proprio scopo ossia dimostrare che conta davvero e che quando avanza le proprie pretese non c'é nulla che la ferma; ci sono le elezioni e ha bisogno di visibilità quindi tutto fa brodo (non sono sicuri di fare exploit ma sono sicuri che senza i leghisti i loro alleati non hanno alcuna probabilità di vincere e questa é un altra cambiale presentata all'amato capo, una delle tantissime che dovrà in qualche modo onorare), per ora.... in realtà ha ragione chi dice che il pallino è in mano leghista, non c'è nessun dubbio in merito: non è solo una questione di politica estera questa: ci sono tante altre cose dietro ma per queste cose un partito "centralista" come quello leghista può permettersi di avere memoria lunga e aspettare il giusto momento per ricordare gli impegni presi dando una tiratina alla corda della barca che segue affannosamente la corazzata verde, nessun problema con un ulteriore dimostrazione ai propri militanti ed elettori di quanto siano forti e decisi quando decidono di muoversi eliminando i dubbi e la frustrazione dei "padani" cui riverrà messa la sordina. Ma al momento era ed è importante dimostrare che si conta davvero; poi, con calma, e magari sottobanco si potranno fare e accettare anche tutti i rospi che saranno necessari affinché si possa far continuare le missioni dei nostri caccia: in particolare nel decreto omnibus è probabile che ci sarà un aumento dell'accise sulla benzina e altre piccole cosette che faranno da corollario ad essa e che permetteranno di continuare esattamente come prima della tirata leghista e far dire a tutti che la maggioranza é compatta e niente è cambiato e, soprattutto, permetteranno all'amato capo sia di continuare sulla strada delle riforme ad personam per salvarsi dai processi sia di portare al termine la legislatura senza troppi scossoni e spendersi per la prossima potendo affermare che senza la sua guida sarebbe il disastro, ecc. ecc. ossia la solita tiritera. Una tempesta in un bicchier d'acqua? No per nulla, anzi é esattamente il contrario: i leghisti hanno cominciato a dividere i propri destini da quelli dell'amato capo ma lo strappo finale avverrà solo quando riterranno che sia arrivato il momento e avranno spremuto ben bene l'alleato ottenendo tutto il possibile. E le opposizioni? Ne sapete qualcosa? Io no. Stanno rinchiusi nella fortezza ai limiti di quel famoso deserto in attesa dell'invasione di quei tartari che mai arriveranno.......
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore