martedì 12 luglio 2011

Nasce lo Stato etico.......

Non siamo in Iran, nemmeno in nello Stato del Vaticano; eppure sta per essere approvata una norma etica che vedrà lo Stato leviatano entrare nella sfera più privata dei cittadini: la scelta di vita e di come andarsene quando non ci sono più le condizioni perché al cittadino possa essere assicurata una vita dignitosa e un fine vita di par dignità. In preda al furore religioso-integralistico e sotto la spinta delle gerarchie di Oltretevere (che danno già per "andato" il berlusconismo ed infatti si stanno muovendo alla velocità della luce per raggruppare sotto la loro egida le truppe sciolte del cattolicesimo militante ... dalla frangia più estremista a quella più aperta al sociale in modo da creare un partito popolare di stampo religioso che sbarri la strada alla sinistra, si fa per dire, presente oggi nel paese), sta passando una legge che viola il diritto, costituzionalmente riconosciuto, di disporre del proprio corpo. Dicono: Dio te l'ha dato in dono e tu non ne puoi fare quello che vuoi. Fosse vero qualcuno mi dovrebbe spiegare se i genitori quando concepiscono lo fanno per intercessione di qualche entità o se per atto volontario d'amore. Oltre a ciò, nell'era ratzingeriana, non si può non notare la scelta di una Chiesa sempre più chiusa in una prospettiva oscurantista che non è nemmeno capace di comprendere che i suoi stessi fedeli non la seguono più e fanno, e faranno, secondo le proprie esigenze e non secondo indicazioni ormai fuori dalla storia e dal tempo. Era già successo con le unioni civili e le coppie di fatto: pur di non riconoscerle hanno accettato qualunque cosa dall'alleato "politico" che hanno scelto di appoggiare (bestemmie e comportamenti non propriamente consoni a un difensore della famiglia) avendo come conseguenza solo quella di NON far avere una legge che riconosceva a quelle coppie pari dignità a quelle tradizionali (peraltro in crisi nera perché le stesso forze che vi si richiamavano non hanno nulla per sostenerla, nulla): nulla di fatto e far west con tutto quello che comporta in termini di diritti negati peraltro costituzionalmente garantiti (a si s che la nostra costituzione è ormai un optional, un accessorio che si usa solo alla bisogna e poi la si rimette nel cassetto a marcire). E che dire della diagnosi pre-impianto e la fecondazione assistita? Altro punto dolente (dove peraltro eravamo, una volta tanto all'avanguardia sia dal punto di vista sanitario che di garanzia di protocolli medici, per tacere della loro gratuità) perché nel corso degli anni, oltre ai profitti del turismo neonatale in paesi europei e non quindi con grande gioia delle agenzie di viaggi e delle cliniche che sono sorte come funghi dove spesso vi lavorano proprio quei ricercatori che prima assicuravano il servizio gratis qui in italia, le sentenze si sono accumulate demolendo pezzo per pezzo la legge: ma può un governo che rappresenta tutti essere di parte e, per calcolo cinico elettoralistico e politico, farsi portatore di cosiddetti principi "non negoziabili" di una parte, peraltro integralista e minoritaria, senza però esserne peinamente partecipe dato che al suo interno i comportamenti conseguenti erano di tutt'altro tenore come si legge dalle cronache? Sarà un caso che proprio in questi giorni uno Stato straniero ha chiamato a raccolta tutti gli esponenti del mondo cattolico per fare il punto della situazione in vista della nascita di un partito, appunto, "popolare" che é la riedizione, magari in stile XXI secolo, in sedicesimi della vecchia DC senza però la antica capacità di dire di no alla gerarchia ecclesiastica come accadeva allora? La legge passerà: da quel momento in poi possiamo ritenerci cittadino non più di uno Stato laico, democratico e repubblicano che riconosce e difende la religiosità e le varie pratiche ma in uno stato etico che definisce gli ambiti di come i cittadini devono nascere e morire mentre si disinteressa completamente di quello che fanno nel durante....... anzi a esser chiari, visto quanto sta emergendo dalla stampa, pensa solo ai fatti propri e il paese va al diavolo (tanto per rimanere in argomento). A quando il referendum visto che é l'unica cosa che capiscono?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore