venerdì 18 maggio 2012

nuovo soggetto? mavalà....

Ero stato a Firenze a salutare la nascita di un soggetto politico nuovo: con la speranza che fosse davvero qualcosa di diverso; o meglio diventasse o, almeno, promettesse di diventare quella casa comune che il popolo della sinistra in primis ma più in generale quella parte sana del paese che é molto oltre la sinistra merita per poter da un lato mettere in soffitta nella cassetta dei brutti ricordi e dall'altro ricostruire il tessuto connettivo sociale che é l'humus su cui si ergono scoeità e stati e invece ..... a Firenze c'erano:




girotondini, e qui nulla di male, anzi;

età media 60, e qui sorgono problemi perché di giovani nemmeno il mitico Diogene, con l'altrettanto mitica lanterna, ne poteva trovare;

sembrava il ritrovo dei reduci di mille battaglie.....

.. ma ciò poteva anche star bene perché per fondare movimenti alternativi e case comuni servono soprattutto saggezza ed esperienza, poi vengono gli ormoni giovanili che danno la spinta al cambiamento: nomi come quelli di Revelli, Ginsbor, ecc. erano e sono una garanzia di correttezza, mente aperta al cambiamento così come pure il "manifesto" per il soggetto politico era un vero e proprio appello agli animi e alle menti per darsi una mossa perché il vento girava (come difatti é accaduto dato che i partiti neo-liberisti hanno avuto una notevole batosta, sangue fresco arriva dai grillini in grande ascesa e, caduto il velo costruito dal battage mediatico, il governo perdeva la maschera e mostrava il suo reale volto).. insomma non lo devo dire io, mi stava quasi bene: il quasi é il problema... perché poi si scende nelle singole realtà. Mentre a Capannori, per parlare della regione toscana, tutto va nel solco sperato, dopo discussione tosta (lo dice stesso chi ci é stato), a Massa ...... siamo ancora alle sfilate di, non, moda. Si comincia nel solito modo: c'é un atto di presentazione del "facilitatore" poi arrivano, genere gruppo autocoscienza, le singole presentazioni ma già ora qualcosa non suona nel verso giusto: a parte quelle di chi come il sottoscritto si presenta semplicemente.. c'é il fervorino di quello che circa 30 anni fa avremmo definito "allienato e coperto" sinistroide che fa tutta una tirata sulla caratteristica di "sinistra" del nascente movimento, fra parentesi si chiama A.L.B.A., inteso come discriminante: genere siamo sinistra e siamo migliori; abbiamo superiorità rispetto agli altri perché "got mit uns"; insomma i soliti pistolotti da tardo sinistrismo decadente e vecchio...... cose da far venire il latte alle ginocchia; ma come, siamo nel XXI secolo; siamo stati appena scottati dalla cocente delusione nelo scoprire che quella che era "sinistra" si caratterizzava come sinistra, certo, ma era una sinistra dura e pura per non dire antistorica: parole e paroloni che non sentivo da decenni me le sono viste arrivare addosso come una piena e devo dire che un attimo di sconcerto l'ho avuto; quasi non potevo crederci: ma da dove vengono questi qua? Da marte; da un altra dimensione? dai confini della realtà? Ma si sono accorti che il mondo é cambiato nel 1989? Che siamo tutti immersi in una società liquida? E come se non bastasse era chiarissimo che c'era il tentativo di "mettere un cappello politico" al movimento neonato ... male evidentemente, per non parlare di chi si presentava affermando di "non aver fatto i compiti a casa", mah: cespugli, cespuglietti, aiuole, erbette... c'era tutto l'arco della "sinistra" attuale che marciano divisi quando si tratta di prendere voti ma colpiscono compatti... quando si tratta di dare ascolto al dissenso dei cittadini, veri, dimostrando, semmai ce ne fosse bisogno, di quanto sono tesi a guardarsi, solo, l'ombellico, il proprio: nel caso in specie le prossime amministrative di massa dove stanno tentando di ricicciarsi sotto il manto d'gnello dei lupacchiotti attempati e un tantino fuori tempo massimo rispetto al corso degli eventi. Mi prendo la guida e lo porto .... a sostenere personaggi che hanno molta voglia di far fare passi indietro allo stesso neonato movimento; i soliti noti e le solite sigle: nascondendo sotto il tappeto, ad esempio, che proprio nelle regioni guidate dai loro referenti nazionali, ad esempio, il referendum sull'acqua pubblica era stato vanificato, o meglio nulla é cambiato se non peggiorato addirittura! Devo dire che c'é stata una veemente reazione, anche da parte mia, al tentativo ma il blocco "rosso" ha fatto quadrato. Insomma siamo alle solite: pensavo fosse amore e invece era un calesse....... vecchie parole; facce stranote; i non allineati ma speranzosi come il sottoscritto attoniti e il mondo fuori che corre altrove.... non ci siamo, non ci siamo proprio... credo proprio che Grillo é vicino, molto vicino a ragiungere la maggioranza... altro che profezia Maya: qui la vera profezia che si dovrebbe avverare é quella.... di veder sparire (possibilmente prima del 21 dicembre 2012) questi fantasmi del natale passato....







qual'é il numero dei ghostbusters?



Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore