domenica 17 marzo 2013

non cadere in trappola...

Se é vero che il voto di parte dei 5S, pare i siciliani, a favore di Grasso ha creato montagne di discussione e polemiche, compresa una dura reprimenda da parte di Grillo, (che si può comprendere perché l'espressione di voto è stata sofferta e molto) ora però non ci si deve fermare perché arrivano altre due scadenze importantissime: la Presidenza della Repubblica e la nomina, e la fiducia, del Presidente del Consiglio.
I giochi di riposizionamento sono già iniziati, così come le trappole sono state messe, e non ci si può fermare a pensarci su troppo.. la situazione è al limite e la gente non capirebbe altre fratture e indecisioni; non si può essere indecisi né farsi prendere dagli scrupoli di coscienza: si deve decidere e preparare la mossa con grande attenzione perché le volpi dei partiti, senza voler offendere quei nobili animali che sono le volpi, sono pronte nell'ombra per cogliere le indecisioni e infilarcisi decisamente e per creare un cuneo e le premesse per spaccare il movimento dei cittadini.
Oggi Grillo ha lanciato un segnale: niente gioco del dalemone, e non potrebbe aver più ragione (perché se é vero che ci siamo evitati i vari franceschini e finocchiaro e al loro posto abbiamo boldrini e grasso é anche merito del 5S) ora non si può più dubitare sul fatto che nella cariche che contano davvero la partitocrazia giocherà duro e cercherà d'imporre i propri di nomi proprio contando sull'effetto "rifondazione (il prc appoggiava l'ulivo e fu incatenato alle riforme che quel governo propose, ad esempio la legge treu che tanti danni ha fatto, in nome dell'idea, del tutto errata, che l'alternativa era mr.B .. non a caso prc é praticamente sparito....)" e contemporaneamente tratta nel proprio ambito sui nomi veri da proporre/imporre a 5S con il classico "prendere o lasciare" dietro cui si nasconde in realtà altro, ossia il solito giochino degli scacchi che vede torri e cavalli andare in avanscoperta e venire sacrificati per permettere ai re, o alle regine, di fare le mosse giuste e dare scacco matto non solo a 5S ma al paese intero. Mai come ora il rischio é grosso:
  1. Il Capo dello Stato nomina, il Presidente del consiglio; 5 giudici della corte costituzionale ecc. per fare degli esempi è anche capo del consiglio supremo di difesa;
  2. a sua volta il Presidente del consiglio è il timoniere del governo che si presenterà alle camere su un programma sulla base del quale governerà per i successivi anni e determinerà il futuro di questo paese e la sua uscita dalla crisi
due figure fondamentali come ben si capirà, quindi: che fare?
Ipotesi 1
5S sta al gioco e di conseguenza determina e influisce sulle nomine proponendo nomi e stringendo su essi;
Ipotesi 2
oppure se ne sta fuori e fa l'antisistema ma lascia campo libero alla partitocrazia di darci per i prossimi anni due esponenti del proprio personale politico che potranno fare il proprio comodo a spese nostre?
Non é facile lo so scegliere: si tratta di tattica politica... una cosa che, al momento, sembra difettare un pò ai cittadini eletti.... forse per paura dei cittadini o forse per inesperienza non lo so.
Non a caso Grillo l'ha detto chiaro chiedendo una smentita sulla voce del conte max alla presidenza della repubblica perché a quanto pare lo schema originario era lui a capo di stato, mr.B o ministro di qualcosa o senatore a vita, schifani al senato e un pd alla camera e forse monti, o simil tale, al governo di nuovo..... un incubo; insomma già quello schema é in parte rotto con l'arrivo di Grasso e Boldrini, grazie a 5S, ora però c'è la possibilità di romperlo definitivamente con una forte iniziativa dei 5S; l'ho proposto anche sul blog di Grillo: assumere l'iniziativa, sulla base del programma del movimento, fare nomi e su quelli impostare la discussione (temo che come per le assemblee di una volta sarà dura anche solo farsi ascoltare)... una discussione che parte dal "prendere o lasciare" e non arriva oltre essa perché o queste due cariche vanno a persone degne di esse e che hanno la fiducia dei cittadini o ... possono fare quello che vogliono ma rimarranno con il cerino acceso di fronte ai loro elettori e ne risponderanno ad essi; il che significa: alle prossime elezioni M5S oltre il 30% e bye bye agli altri e a quel punto non ce n'è per nessuno perché il governo se lo faranno i cittadini e sulla base del proprio programma seguiranno una linea politica, qualunque sia... la cosa importante é NON restare noi cittadini con il cerino acceso!
 
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore