giovedì 23 gennaio 2014

85 superricchi vs 3,5 mld di persone....

Qualche decennio fa in un film un personaggio chiedeva ad un altro: ma quanti sono i veri VIP da salvare in caso di catastrofe? Allora si diede un numero ma la verità è un altra: quel numero risale a 85 (leggasi ottantacinque) su oltre 6 mld di persone che esistono su questo pianeta..... una superclasse; una cosa che se il pianeta andasse sul serio in rovina sarebebro capaci di costruirsi una propria arca per salvarsi tanti sono i soldi che hanno. Tra essi ci sono ben tre italiani (sull'huffington post fanno i nomi) e non è un caso che siamo così ben rappresentati..... si pensi a cosa fanno, se leggete i nomi capirete, per il nostro paese e chi appoggiano.. una cosa che fa pensare perchè il partito che attualmente dicesi di sinistra in qualche modo ne è espressione e mi fermo qui perchè basta andare in una qualunque delle collaterali fondazioni di questo partito per vedere le sponsorizzazioni, ed è tutto detto..... quello su cui voglio che riflettiate non è tanto il fatto che ci siano questi qui ma che la cosiddetta sinistra liberal non trova nulla di male che laddove governa non imponga super tasse a questi personaggi perchè lo trova poco carino e perchè porta come giustificazione l'idea forza " ..... che aumentando la ricchezza contemporaneamente diminuisce la ricchezza....." una cosa obbriobriosa e falsa dato che:
  1. una tale proposizione presuppone che la parte non utilizzata per proprio profitto dalla super classe possa essere messa a disposizione della massa morta di fame.... con il lavoro e con il famoso ascensore sociale che, guarda caso, non funziona nella realtà correttamente in quanto "porta passeggeri solo quando scende e MAI quando risale;
  2. l'idea alla base del tutto o meglio l'ideologia alla bvase presuppone che questi son qui perchè "hanno lavorato e apportato ricchezza"... non è vero: questi son lì perchè sono stati favoriti non solo dall'assenza di un meccanismo riequilibratore ma soiprattutto perchè la politica li ha favoriti con tassazione di favore, sconti fiscali, e tutto quello che poteva mettere in campo per mantenere lo status quo senza impedire il crescente arricchimento anzi favorendo anche la delocalizzazione delle loro aziende, se imprenditori, o studi, se altro, altrove ossia dove c'erano altri poltiici conniventi che si accontentavano delle briciole o laddove c'erano paesi totalitari che non riconoscevano alcun diritto ai cittadini; in occidente invece lo spostamento delle sedi legali dava il là agli stessi politici per farei conti con i diritti dei cittadini, dei lavoratori, dei giovani in pratica eliminado il welfare in toto convinti come sono che solo il mercato può riequilibrare quello che loro avevano sbilanciato.. in realtà le cose vanno diversamente perchè i mercati non sono "democratici" e la parte debole degli stessi, noi, non siamo in grado di porre condizioni e pesare realmente perchè anche quando lo siamo..... arriva subito lo Stato, o chi lo gestisce, che ti dice "non tirare troppo la corda perchè la domanda di lavoro si può spostare altrove ossia dove trova una minore pressione sugli stipendi", chiaro?
  3. Essendo passato il disegno di ridurre un intero sistema socio-politico in un modello economico (peraltro fallimentare e, la cosa è ampiamente dimostrata, eugeneticamente razzista tanto da far dire ai più avveduti che siamo di fronte a una vera lotta di classe dei super ricchi contro i poveri) dove terra, lavoro, ecc. tutto è ridotto a merce di scambio anzi nell'ultima evoluzione (quella finanziarizzata) il denaro stesso è merce e va dove costa meno e profitta di più.... questo modelo economico è oggi vincente solo perchè è riuscito ad impossessarsi del potere, a infiltrarlo e a renderlo a sua immagine e somiglianza abbarbicandosi a esso e facendo in modo che chiunque lo detenesse temesse il ricambio e a sua volta impedendo la nascita di nuovi soggetti sociali e politici che pur ci sono un pò ovunque...
.. insomma suona una presa in giro il prossimo incontro dei, cosiddetti, potenti a DAVOS dove ci saranno grandi proclami contro la lotta alla fame e alla povertà..... molto più pregnante mi pare invece il tema proposto da oxfam "lavorare per pochi": almeno fotografa la realtà delle cose e la loro, per ora si spera, ineluttabilità...... perchè c'è poco da fare: questi controllano praticamente tutto con i loro soldi e trovano validi alleati non solo nei politici nazionali ma sopratuttto nei ceti poveri spaventati più dal perdere quei pochi cent che gli vengono concessi che di fare di tutto affinchè i primi paghino veramente il credito che devono alle nazioni che gli hanno permesso di diventare la classe degli ..... 85
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore