giovedì 18 ottobre 2007

La Cassazione da ragione al padre di Eluana

La Corte di Cassazione riapre il caso di Eluana Englaro in coma da 15 anni dando la possibilità al padre che lotta da anni ormai per far staccare la spina e permetterle morire in maniera dignitosa e umana. E' chiaro che essendo in uno Stato di diritto ha messo alcune condizioni quali: irreversibilità del coma; accertamento dell'effettiva volontà della donna (quand'ancora era cosciente) di non vivere nella non vita dell'alimentazione forzata via sondino. Immagino quando dev'essere duro per un padre chiedere di far staccare la spina della figlia per consentirle di andare via: io sono padre e ci ho pensato su tantissimo già nel caso Welby e di remore e tabù ne ho affrontati a quintali; ma la risposta che mi sono data (con grande dolore ma sempre per ipotesi per mia fortuna non sono coinvolto in una situazione del genere e non la auguro a nessuno) è che NON è GIUSTO tenere in vita a forza un corpo dove la scintilla della coscienza è sparita. E' vero ci sono persone che dopo moltissimo tempo si sono risvegliate; è anche vero che si sa ancora molto poco sui processi delel persone che sono in coma; ma soprattutto è vero che in una società come la nostra dove lo Stato non ti assiste, nè dal punto di vista sanitario nè psicologico, ma si arroga il diritto di decidere se disporre o meno di te stesso o di chi è nelle condizioni di questa donna tutto è lasciato a lunghe e penose battaglie giudiziarie prima e mediatiche poi (fra i pro e i contro) dove tre volte passi da assassino e altre, non poche in verità, da amorale e bieco e dove la Chiesa (che dovrebbe essere misericordiosa) ti punta l'indice addosso e ti nega pure il funerale religioso (non negato nemmeno ai mafiosi della peggiore risma), in una società, dicevo, di tal fatta ti trovi SOLO e con tantissimi dubbi e incertezze dell'unica cosa certa: quella persona nel letto ERA tua figlia (o tuo marito ecc) e tu devi combattere per darle il solleivo di una morte: tu il padre o la madre o chicchessia! Personalmente, dopo personale e sofferta riflessione di essere Favorevole all'EUTANASIA E AL TESTAMENTO BIOLOGICO (A PROPOSITO DOVE SIETE LIBERALI E NEO TALI?), sono giunto alla conclusione, e non da ora, che: Chiesa, Stato, benpensanti bigotti, moralisti della prima e dell'ultim'ora devono levarsi dalle scatole quando sostengono posizioni dottrinali e di principio ai danni del diritto degli uomini di morire con dignità e serenità a fronte di una sofferenza (anche se inconscia) infinita sofferta non solo dai pazienti direttamente ma anche dai loro congiunti e amici che di certo soffono in maniera uguale se non maggiore perhè sono, o meglio dovrebbero essere, loro (E SOLO LORO) a prendere la più dura decisione della loro vita.................
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore