mercoledì 28 novembre 2007

Lettera ad un precario......

Caro precario,
come vedi sei stato ingannato e trattato come un cittadino di serie Z, alla pari di altri è vero, che non ha diritto ad una vita libera e dignitosa nè a costruirsi un futuro per sè e per la sua, eventuale e sempre improbabile, famiglia. Incominciarono con la Legge Treu hanno finito con il Welfare ieri: tutto un bel percorso in salita che ha portato ad una netta divisione fra Te ed i tuoi genitori: loro ultimi dinosauri con stipendio (da fame ma pur sempre uno stipendio), pensione (idem come prima) e lavoro, quasi, sicuro. Ti usarono come spauracchio per un fasullissimo conflitto generazionale per far ingoiare ai tuoi genitori cose ingiuste come le riforme delle pensioni o come l'adeguamento salariale basato sull'inflazione programmata, o infine, come esempio di una futura società dove si cambiava lavoro per decine di volte sempre facendo lavori che erano diversi fra loro e non come tuo padre che era in ufficetto per 40 anni sempre con lo stesso lavoro.
Caro precario,
come ben sai la realtà non era quella che avevano detto anzi essa è molto più dura: ti hanno fregato. Ti hanno fregato i cosiddetti politici, ricordalo quando voti, sia dei Governi precedenti che di quello attuale (nonostante quest'ultimi avessero, pomposamente messo nel loro programma l'eliminazione della legge 30 cosa che si sono rimangiati, anzi esponenti come Dini addirittura si gloriano di aver vinto, ma hanno vinto sulla tua pelle; ricorda anche questo); ti hanno rubato la vita, il lavoro, il futuro; già il futuro è tuo per la fame e loro per la gloria e i soldi. Ricorda anche che c'è stato anche chi ti ha difeso, il PRC, ma lo ha fatto senza coerenza dato che ha mollato quando invece avrebbe dovuto tener duro anche a costo di far cadere questo Governo; ricorda, anche, che le O.S. sono state le prime a fregarti quando hanno accettato pedestremente (e solo per mantenere la loro centralità in un gioco triangolare con la Confindustria e la politica) i cosiddetti "accordi" che volavano talmente alto che servivano dei sacirifci umani e chi se non te potevi essere il miglior candidato: ricattato da tutti e senza visibilità eri il candidato ideale.
Caro precario,
Ora sai "chi" sono quelli che vogliono vivere sulle tue miserie e sulla tue disgrazie e sai pure chi ha cercato di fare qualcosa ma alla fine ti ha mollato per non perdere la poltrona.
Caro precario,
datti una mossa se non lo darai te qui nessuno ti verrà incontro e sarai solo "lumpenproletariat" un sogno da realizzare per il "ponte di comando" un'incubo per chi vive come te: se non prenderai coscienza di chi sei e di quanto sei fandamentale a loro mai potrai far valere, da solo, le tue ragioni e sperare in una vita migliore e diversa da quella che ti stanno costruendo intorno: c'è un detto che dice "aiutati che il ciel t'aiuta"; più chiaro di così...........................
Buona fortuna
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore