mercoledì 12 marzo 2008

Salari da fame e promesse ma come sempre è solo statistica mentre la fame è vera ormai

Come sempre si sveglia qualcuno e dice: "l'Italia ha i salari più bassi d'Europa anche meno di Spagna e Grecia" come a dire una bella (ri)scoperta dell'acqua calda in salsa neoliberista. Non ci pensavano nemmeno quando proposero il cuneo fiscale (3 punti per le aziende dati e subito; due per i lavoratori che TPS come i predecessori suoi pari e liberisti come lui non si è nemmeno sognato in un incubo notturno di dare come in effetti è accaduto) ad alzarli anzi la pressione è rimasta stabile (ma con l'evasione che ci ritroviamo è aumentata perchè a pagare sono in pochi) e se si parla di dare qualcosa ai soliti noti è solo incambio di maggiore produttività che significa meno sicurezza, più ore di straordinario, meno tutele (anche perchè con Ichino in Parlamento le ultime garanzie per i lavoratori vanno a farsi benedire), ecc. Insomma per quattro pidocchiosi euro ci si dovrà ancora uccidere di lavoro: tipico dei paesi a capitalismo liberista come il nostro. Il punto è: perchè allora lo dicono? Semplice perchè l'economia è così: è considerata la scienza triste proprio per questo motivo dice tutto ed il suo contrario anche quando cade in contraddizione con le ricette che propone. Ma perchè poi ci sono soldi che sbucano fuori ogni tre mesi? Perchè semplicemente l'Italia è un paese laboratorio (come lo era il Cile negli anno d'oro di Pinochet e di Friedman che lo andava a trovare e di fronte ai disastri sociali che la sua ricetta provocava tutto quello che sapeva dire era liberalizzare e modernizzare di più e sappiamo il cile com'è uscito dalla dittatura) dove si applicano liberismo e modernizzazione: ossia niente Stato (tranne quando deve iniettare preziosi euro ai mercati per compensarli delle speculazioni a danno dei cittadini) e niente regole (quindi chi può come gli autonomi o non p aga o se paga, e sono pochi, alza le tariffe o fa entrambe le cose senza importargli molto se a pagare sono persone che arrivano a stento a 1000 euro al mese e si devono servire di certe professionalità). Aspettiamoci le solite prosopopee sulla necesità di intervenire o di fare qualcosa: ricodatevi che è solo propaganda. E le O.S.? Fatto l'accordo sui punti di cuneo fiscale sparite dall'argomento: ma ora che si scopre che i nostri politici sono avari con i cittadini e i lavoratori come mai non si fanno sentire? Perchè semplicemente anche esse sono parte del gioco: sono le cinghie di trasmissione e accettando la regola contrattuale liberista poco possono in realtà, quindi consolidno solo il proprio potere e basta ma nulla fanno perchè sanno benissimo che dovrebbero fare lotte che sono costose e non sarebbero seguiti dai lavoratori che troppe fregature hanno preso per fare la fame dopo mesi di scioperi ma anche perchè innescerebbero una conflittualità che non fa bene a chi predica la pace sociale in nome della "collaborazione fra produttori" che significa una sola cosa: i padroni delle ferriere continueranno a fare profitti e a farsi il bagno nei soldi e i lavoratori a fare la fame e ad aspettare che qualcuno ad un angolo di strada gli dia qualche spicciolo giusto per levarselo dalle scatole.......... se andate a votare e se votate ricordatevi sempre di queste cose sennò dopo non ci sono scusanti: non si può più dire ormai, io non lo sapevo!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore