venerdì 30 maggio 2008

Il Papa: almeno lui è felice

Che oggi la Chiesa nel nostro paese conti più di molti altri è assodato e che detti l'agenda politica nessuno lo mette in discussione anzi non se ne fa nemmeno più mistero; dopo il "programma" politico della CEI ieri anche il Capo di Stato Vaticano ha emesso i suoi desiderata: soldi alle scuole private cattoliche (e con la Costituzione che dice il contrario ossia quel "senza oneri per lo Stato", come la mettiamo?); famiglia: non è il solo a dire che si deve intervenire però è colui che ha qualche speranza di veder esauditi i suoi desideri anche se voglio proprio vedere come si farà. Non c'è solo la questione monetaria (dicono che ci sono pochi soldi ed in parte è anche vero soprattutto con i livelli di evasione che ha il nostro paese) c'è anche il problemuccio di quale intervento si deve fare: i figli oggi costano, e tanto, e, quindi, giustamente i giovani ci pensano due volte prima di farne visto gli stipendi e i costi per i neonati che sono fra i più alti, naturalmente, d'Europa (l'Italia è un bengodi per le imprese perchè fanno quello che vogliono con i prezzi senza che nessuno, governi compresi, le contrasti) così come costano i matrimoni, le case, gli asili nido (che già ora costano un bel pò e con i tagli draconiani non credo che aumenteranno di numero e in qualità) e così via. Non so con quale faccia tosta si esorti di fare figli:è irresponsabile una cosa del genere così come è irresponsabile non fare una politica di educazione alla vita, e al sesso, a partire dalle scuole perchè è vero che l'ignoranza è più facile da controllare e gestire ma poi se aumentano le malattie veneree allora i costi aumentano e il cane a quel punto si morde la coda. E per non parlare dei migranti: è vero che la Chiesa dice accoglienza perchè si aiuta chi viene a bussare alla porta ma, oltre al fatto che questo governo non brilla per sensibilità su quest'argomento, è anche vero che lo Stato paga un tot a migrante quando questi vanno a mangiare (chi ricorda la minaccia, qualche tempo fa di chiudere le mense?) ecc. e quindi che ci sia anche un'interesse economico non guasta tanto siamo nel paese liberista per eccellenza e quindi se oltre alla solidarietà c'è anche un guadagno che male c'è. Per non parlare dei soldi che la Chiesa riceve sotto varie forme dallo Stato: un salasso non comrepnsibile in una società dove ci dovrebbe essere libera Chiesa in libero Stato, perchè si deve dare dei soldi? Ci credo che è felice, non c'è mai stata una situazione così favorevole alla Chiesa come ora: il PdL che è allineato e coperto e i suoi cloni del PD che lo rincorrono sullo stesso terreno; c'è da rimpiangere quando c'era la DC che sapeva anche dire di no a Oltretevere.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore