lunedì 6 aprile 2009

Abruzzi: terremoto, la storia si ripete?

Tutti ormai sappiamo cosa è accaduto in Abruzzo; tutti sappiamo la violenza che si è abbattuta su quella regione; chi mi conosce davvero sa cosa provo in queste circostanze perchè nella mia vita ho già vissuto, più di una volta, un'esperienza del genere in prima persona e so cosa si prova in quei momentie come è importante che i soccorsi siano tempestivi e mirati (e non solo quelli materiali ma anche psicologici) e soprattutto su come manchi una vera cultura dell'emergenza e della prevenzione nel nostro paese: troppi abusi, condoni ecc. hanno creato una situazione di potenziale dissesto e danno enrtambi non dovuti alla natura ma da noi. Innanzitutto non è questo il momento di fare polemiche sul prima, durante e dopo perchè quello che conta ora è portare soccorso organizzato in quelle zone; detto questo perchè lo ritengo necessario porto un contributo della collega antesignana che in un commento al precedente post del sottoscritto ha dato notizia della situazione dal suo punto di vista di soccorritrice:
"antesignana il 06/04/09 alle 13:36 via WEB
Siamo in cinque, siamo riusciti ad arrivare in città giusto perchè alle 4 già eravamo partiti, abbiamo portato occorrente per soccorsi: tende, medicinali, alimenti per bambini, coperte. Qui è un macello, è una città bombardata. Vi aggiorno quando posso perchè il cellulare deve essere usato il meno possibile". E' dura per me parlarne a caldo; provo difficoltà anche a scrivere perchè fare sciacallaggio mi ripugna. QUELLO CHE AUSPICO, E LO DICO SOMMESSAMENTE, E' CHE NON CI SIANO RITARDI NE' DISSERVIZI, CHE IL MODELLO DI DIFESA CIVILE FUNZIONI VELOCEMENTE E CHE SOPRATTUTTO NESSUNO STANOTTE PATISCA IL FREDDO E LA SOLITUDINE DI CHI DA CITTADINO SI RITROVA A ESSERE PROFUGO TERREMOTATO SENZA NIENTE SE NON LA VITA CHE SI E' APPENA RIUSCITI MIRACOLOSAMENTE A SALVARE. GIUNGONO VOCI DI PROTESTE DI PERSONE CHE ANCORA NON HANNO VISTO I SOCCORSI O SE LI HANNO VISTI ARRIVARE NON CI SONO GIA' OPERATIVE TENDOPOLI ECC. SOPRATTUTTO NEI PAESI PIU' DIFICILI DA RAGGIUNGERE. SE E' VERO CHE DALLA STORIA SI DOVREBBE IMPARARE LA LEZIONE DICO CHE ALMENO QUESTA VOLTA NON CI SIA GENTE CHE OLTRE AL GRAVISSIMO DANNO RICEVUTO ABBIA LA BEFFA DI VEDERSI ABBANDONATI: NON STAVOLTA!! MI SCUSO SE QUESTO POST E' IMPRECISO E SCOLLEGATO MA E' SCRITTO SULL'ONDA DELLA NOTIZIA E SULL'ESPERIENZA VISSUTA IN PRIMA PERSONA ANNI FA .... NELLO SCORSO MILENNIO. INVITO I MIEI COLLEGHI BLOGGER, OLTRE CHE A RIVOLGERE UN PENSIERO ALLE VITTIME DEL TERREMOTO, A RACCOGLIERE NOTIZIE E COMUNICARE NELLA BLOGOSFERA, NATURALMENTE CONTROLLANDO LA NOTIZIA, GLI AGGIORNAMENTI: PARLIAMONE! ANCHE QUESTO PUO' AIUTARE SOPRATTUTTO QUANDO I RIFLETTORI COMINCERANNO A SPEGNERSI E L'EMERGENZA (QUESTA VOLTA VERA, DRAMMATICAMENTE VERA) PASSATA NON CI SI DIMENTICHI DI LORO, GRAZIE.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore