martedì 2 giugno 2009

dopo la guardia nazionale padana ora c'è anche la guardia nazionale italiana.....

Me l'ha segnalato, per correttezza lo cito Devils_124 e ci ha fatto anche un post. Cosa? Naturalmente la guardia nazionale italiana che, cito testualmente, "è un Ente non governativo di volontariato il quale a differenza della Guardia Nazionale Padana (braccio operativo della Lega Nord, che nasce ed opera in chiave secessionista e quindi contro la Costituzione della Repubblica, l'ordine costituito, la sicurezza pubblica e lo Stato); si adopera al fine della salvaguardia dell'integrità Nazionale e per la Sicurezza dello Stato, della Costituzione e del Popolo Italiano". Più chiaro di così. Ora non essendo il sottoscritto leghista che questi, non "governativi", ne siano l'opposto non può importare di meno anzi se gli fanno concorrenza, essendo in libero mercato, va anche bene: forse qualche meridionale "settentrionalizzato" riapre gli occhi e si accorge dell'errore che fa. Poi ho visitato il sito, il loro sito, e bè ho notato cose estremamente interessanti: innanzitutto il nome G.N.I. (ricorda, dico ricorda, G.N.L. indovinate cosa significa l'acronimo?). Poi gli scopi: puramente da organizzazione di volontariato che si occupa di tutto: dall'anticendio alla sicurezza dei cittadini, proprio tutto (basta andare a leggerli sul link dell'organizzazione che è indicato più su in questo post). C'è una ma dato che fra i tanti simboli che i loro aderenti devono portare c'è la ruota solare: cosa è la ruota solare? Wikipedia ci dà una descrizione chiarissima che lascio a voi leggere e trarne le conclusioni: troverete qui una foto della ruota solare e di dove la si può reperire una sua versione "storica" nel castello di Wewelsburg e qui ci rimetto due belle foto. E le divise? Il loro sito ha molte foto che vi invito a visionare qui. Dopo il giretto, e mi scuso se sono "lungo" in questo post, che vi invito a fare mi chiedo: l'ennesima organizzazione di estrema destra o è altro? Sono sicuro che di questi tempi tutto è ammesso (a meno che non disturbi il "manovratore" a Roma) e tutto fa brodo non ci si stupisce di nulla; ma il problema secondo me è un'altro: con la legge sulla sicurezza questa organizzazione ce la troviamo per le strade a "proteggerci"? Come le camice brune proteggevano i tedeschi dagli ebrei, gli operai che scioperavano, ecc.? Posso capire tutto, dovute anche al periodo di confusione che stiamo vivendo, ma il simbolismo e le divise mi riportano alla mente altro che tutti condannano, ufficialmente, e tutti si ritiene abbandonato nella discarica della storia come qualcosa di mostruoso ma sotto la spazzatura deposta ci dev'essere stata una perdita che è durata fino ad oggi dal 1945: spesso usata dal potere per contrastare il "pericolo" rosso, anche con le bombe nelle banche e sui treni, e ora sdoganata per far fare numero a chi vince le elezioni. Quando si fa della paura un'arma essa a volte si rivolta contro chi lo produce ma molto spesso produce mostri e terrore: siamo a questo punto ormai? Altro che festa del 2 giugno, qui siamo alla notte dei cristalli e oltre, molto oltre, il sonno della ragione che genera mostri . La lotta partigiana non significa nulla per i nostri concittadini? E parole come Olocausto e Shoah? Una volta, nemmeno molti anni fa, tutto ciò sarebbe stato criticato e condannato (se non chiuso a furor di popolo) oggi invece, giocando sulla mancanza di valori, è tollerato e entra a far parte dell'immaginario collettivo come qualcosa di nuovo che fa vibrare i cuori: peccato che spesso quel vibrare non porta molto lontano.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore