giovedì 27 gennaio 2011

In quale paese....

In quale paese possono accadere scandali come quello che da tempo scuote le certezze degli italiani e nessuno si decide a chiedere le dimissioni di chi si é ficcato in un guaio che é diventato l'oggetto del contendere? In quale paese accade che chi é sospettato di qualcosa si sceglie il proprio giudice, e se può non ci va affatto facendosi le leggi su misura? In quale paese l'opposizione non scommette sugli scandali per chiedere le dimissioni del soggetto sotto i riflettori dei media e dei giudici perché anch'essa teme il giudizio dei cittadini disgustati (sia di uno schieramento che di un altro per non parlare di quelli che si son chiamati fuori)? In quale paese accade che non si sente il peso morale del modello proposto ai cittadini e ai giovani, modello che alla base ha l'idea che tutto é possibile e tutto é lecito se si hanno potere, soldi, media, uomini che lavorano a comando? In quale paese ci si può permettere di dire tutto e il suo contrario senza che nessuno, a parte poche voci isolate nel deserto, alzi il dito e faccia notare le contraddizioni evidentissime? In quale paese ragazze, minorenni e non, fanno tremare alte cariche istituzionali solo aprendo la bocca e per questo motivo si vedono coperte d'oro (e cosa devono pensare le altre ragazze escluse al gioco se non che é quello il modo per emergere senza sudare)? In quale paese passi per sfigato se studi, fai il precario per poche centinaia di euro mentre altri, non si sa per quali meriti e per quale gavetta fatta, diventano assessori, consiglieri, parlamentari, ministri? In quale paese un azienda che guadagna soldi in una delle trasmissioni di punta l'ostacola in tutti i modi provocando un danno economico non indifferente? E si potrebbe continuare all'infinito perché infinite sono le scorie che il sistema che ha preso il potere a partire dal '94 ha depositato avvelenando la società e la convivenza civile dividendo il paese in due e chi non schiera viene cancellato. Qualcuno continua a usare parole che non hanno più senso come: "destra", "sinistra", libertà, democrazia, cittadini. Parole che hanno perso significato e ne hanno acquistato un altro che spesso é opposto all'originario: Bobbio aveva ragione quando affermava che le categorizzazioni storiche erano morte e altre se ne dovevano studiare per fotografare la realtà. Persone che credono realmente, e onestamente, alle fandonie raccontate ce ne sono e saranno quelle che avranno la maggiore delusione quando tutto emergerà alla luce del sole: é inammissibile che le esigenze di uno siano sovrastanti a quelle dei molti dei tanti. E' inammissibile che dobbiamo preoccuparci delle guerre che la politica fa a pezzi dello Stato che non si allineano alla vulgata preminente; una guerra senza quartiere che da il là a chiunque abbia spirito "d'intrapresa" e senza scrupoli di fare quello che vuole cavandosela con le solite allitterazioni sul comunismo e sui giudici ideologizzati ecc. Cosa ci vuole ancora perché un moto di dignità etica salga nel paese e suoni la sveglia facendogli distogliere un pò gli occh dalla tv? In quale paese ....... ma mi sono già stufato di chiedere e aspetto risposte!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore