venerdì 13 maggio 2011

dagli applausi alla ritorsione?

E' sicuramente stato un gravissimo errore l'applauso dei confindustriali al rappresentante della Thyssen (e gli altri condannati mi chiedo non avevano diritto alla solidarietà?) ed è stata giusta l'indignazione... ma quest'annuncio della thyssen di voler "ristrutturare" guarda caso proprio la fabbrica italiana mettendola in vendita mi suona di ritorsione bella e buona perché costringerà gli operai, benché forse nessuno lo dirò aprtamente, a "benedire" la sentenza che ha giustamente colpito l'amministrazione tedesca per la morte degli oeprai, innescando una guerra fra poveri che, se questo sospetto fosse confermato, spingerà altre realtà a non cercare giustizia e nemmeno il riconoscimento dei diritti. Passata la buriana potete scommettere che qualche persona perbene (....) dirà proprio questo: visto? Li hanno condannati e loro se ne vanno... quindi, continuerà il nostro, pensateci la prossima volta un pò prima di fare passi che potrebbero portare gli investitori fuori dal paese facendovi perdere il lavoro. Tutto ciò si chiama: ritorsione. Se avessimo orgoglio nazionale, siamo nel 150° ricordatelo, tutti, a partire dal Governo, dovrebbero risvegliare le coscienze e alzarsi come un sol uomo e fare pressione sulla società tedesca, ricordiamolo riconosciuta in primo grado colpevole di omicidio colposo per gli oeprai morti, afffinché riconosca innanzitutto la propria responsabilità (se vogliono il liberismo devono anche accettarne la responsabilità completa e totale delle proprie azioni) poi ritorni sulle proprie decisioni e infine, se non fosse possibile, si preoccupi della sorte degli oeprai che non possono finire in mezzo a una strada. Ma non siamo di questa speme in questo paese: anzi li applaudiamo e anche chi dovrebbe criticarli in passato si è fatto promotore di "liberare" il mercato dal lavoro da "lacci e lacciuoli" posti dalla nostra legislazione, parlo del pdmenoelle se non si fosse capito. Messi così non possiamo certo sperare che governo e partitocrazia si muovano; e nemmeno possiamo sperare che le altre realtà in crisi e le centinaia di migliaia di lavoratori che stanno perdendo il lavoro, o sono in cassa integrazione, rivedano la luce dopo il tunnel della crisi nella quale siamo immersi da almeno tre anni; e mentre il resto del vecchio, è proprio il caso di dirlo, mondo ricomincia a camminare (a spese di grecia, irlanda, portogallo, spagna e forse noi) qui pensiamo solo ad applaudire il "martire" di turno dei magistrati ........ anziché indignarsi per quella che sembra una ritorsione contro il paese che ha osato condannarli!!!!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore