lunedì 22 ottobre 2007

III° Guerra Mondiale

L'ideologismo estremo e la volontà (per non parlare di arroganza) di riaffermare il proprio ruolo di superpotenza "finedimondo" spinge l'Amministrazione americana sempre più verso posizioni estremistiche e pericolose non solo per la pace mondiale (ma mi chiedo "quale " pace) residua, ma anche per la stabilità interna ed esterna del paese americano. Che gli americani, pur di piegare il riottoso regime iraniano, stiano sempre più pensando ad un'attacco distruttivo di media portata (lo dice anche Luttwak e se lo dice lui..........) che distrugga le installazioni dove si sospetta ci sia la produzione di uranio arricchito è ormai assodato ed è solo questione di tempo o di aspettare la pistola fumante per poterlo scatenare (semprechè gli alleati nella Regione, Israele, Arabia Saudita ecc. non gli faciano il favore): è tutto pronto. Ma non finisce qui, purtroppo, dato che Putin (il sincero"amico e sincero democratico" del precedente Governo italiano) si è messo di traverso facendo capire chiaramente che appoggiava il regime iraniano e che non ammetteva interferenze americane in quel paese. A nulla è valsa la minaccia di Bush di "o terza guerra mondiale o l'Iran la smette e la Russia riconosce la forza delle ragioni americane" perchè si è visto rispondere che di lì a poco ci saranno in Russia (in risposta dello scudo missilistico americano) nuovi missili difensivi) armi modernissime: in pratica un prova a muovere un dito e vedrai!! Ma si sono introdotta anche un'altra variante che ha il suo peso. La Turchia: che da un lato non ha accettato la condanna dello sterminio armeno da parte del Congresso USA e dall'altra prendendo a motivo la Resistenza Curda che da fastidio ai suoi confini, ha ammasato truppe per una possibile invasione del Nord dell'Iraq esprimendo nei fatti la volontà di partecipazione alla divisione di questo martoriato paese (martoriato dagli americani che ne hanno fatto un laboratorio per affermare la dottrina liberista e le nuove tecniche di tortura nonchè la privatizzazione della guerra stessa in seguito all'appalto a compagnie di mercenari private di alcuni servizi che di solito fanno i soldati) cu vogliono partecipare anche in forza delle ricchissime riserve di petrolio presenti in Regione: che le fanno gola! E che dire della visita del Dalai Lama a Washington che ha fatto infuriare i cinesi a tal punto che non solo hanno convocato l'Ambasciatore americano ma hanno fatto sentire tutto il peso dell'economia e dela forze politica che da essa ne discende: è appena il caso di ricordare che la Cina detiene una parte del debito pubblico degli USA, ironia della sorte sono in mano ai comunsti , e la maggioranza delle corporation americane hanno fortissimi investimenti in quel paese e non vedono di buon occhio qualunque motivo "perturbativo" del libero fluire del capitale e delle merci (visti i bassi salari che per loro sono un vero paradiso....) e quindi è probabile che le pressioni cinesi su esse abbiano effetto sugli affaristi dell'Amministrazione e si trovi il modo di disinnescare questa grana.Insomma: botte da orbi per l'estremista religioso nonchè affarista e guerrafondaio Presidente americano che non esita a minacciare una III° guerra mondiale pur di raggiungere gli obiettivi che si era preposto. Senza minimamente pensare ai danni causati finora nè al fatto che sta rendendo il suo paese sempre più isolato nel contesto internazionale da un lato e dall'altro talmente avvitato sul sogno reazionario di un nuovo ordine mondiale da non capire che la realtà gli sta sfuggendo di mano e con essa anche, e soprattutto, quell'area di paese di punta della democrazia occidentale. Purtroppo essendo armato fino ai denti le preoccupazioni sono evidenti e come non dare ragione a Vauro che oggi in una vignetta faceva dire ai personaggi (riprendendo una batuta di Einstein) "di dover preparare le clave per la IV°.........
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore