mercoledì 3 ottobre 2007

No all'accordo sul Welfare per poter sopravvivere

Perchè è così importante per il Governo e per il Sindacato l'accordo sul Welfare? Uno dei motivi è quello che le tre O.S. (chi più chi meno) sono i veri sponsor politici del Governo: hanno combattutto contro quello della Destra ora ne sostengono uno Centrista e liberista che evidentemente rappresenta il male minore ma anche perchè una parte del personale politico è di nascita sindacale. A mio parere però non è questo il vero motivo per il quale le O.S lo sostengono a tal punto da spingere Epifani a denunciare il fatto che se non passasse il referendum il Governo cadrebbe (e non si potrebbe aprire lo scontro con la FIOM): in realtà è in crisi il cosiddetto sindacalismo riformista che è compartecipe delle scelte di politica economica. Ecco il punto; il sindacato da decenni ormai ha fatto ingoiare ai lavoratori accordi che, se non fossero stati sottoscritti con Governi "amici", non avrebbero mai visto la luce (uno per tutti l'accordo che portò alla riforma Amato che tanti danni ha fatto a chi è andato in pensione successivamente ad essa e si è ritrovato con pensione da fame dato che tagliava i tassi di rendimento dei contributi e ha aperto la strada alla riforma Dini che ha ulteriormente impoverito i lavoratori). Da quando il Sindacato ha scelto la cosiddetta strada riformista della concertazione abbandonando la contrattazione, e il sostegno alle classi meno abbienti perchè a quel punto non hanno avuto nei fatti nessuno più che li rappresentasse realmente e nessuno che ne difendesse i salari, che la china in terminidi forza contrattuale e sociale si è persa. Nel sostenere i cosiddetti Governi amici il Sindacato ha perso la sua natura primaria per assumere quella di spalla del sistema politico in crisi e far pesare sul piatto della bilancia il fatto di essere rimasto l'unica forza di massa organizzata in maniera tale da poter indirizzare milioni di voti (almeno in linea generale è così anche se ci sono delle eccezioni come una buona fetta degli operai del Triangolo industriale che in tasca hanno la tessera sindacale ma poi votano Lega il che è tutto dire) e condizionare la vittoria o la sconfitta di un'alleanza. Un sindacato così politicizzato non fa bene ai suoi rappresentati: non aiuta chi chiede di non essere più colui che sostiene lo Stato con le tasse che essendo prese alla fonte non possono essere evase al contrario di alte categorie. Di questo ci si è dimenticati ma se Grillo ha dato la stura alla protesta ancora non si è fatto luce sulle contestazioni di cui sono fatti segno i sindacalisti in questi giorni che devono confrontarsi con il "reale mondo del lavoro" abbandonato a se stesso dalla ex sinistra e non più rappresentato in Paralmento. Qui il filmato aiuta a capire la difficoltà della triplice e le inquietudini dei lavoratori di fronte ad un0accordo che ancora una volta farà pesare su di essi e sui loro figli il peso del liberismo imperante sia nel mondo politico che in quello sindacale: ben vengano allora le contestazioni e ben venga la critica dura della FIOM all'accordo dato che questo è il solo modo ormai per farsi sentire in mondo dove solo chi urla e pesa economicamente ha voce in capitolo gli altri non possono far altro che o stare a gurdare o far esplodere la frustrazione propria per il futuro incerto e precario che questi relitti della I° Repubblica ci stanno preparando.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore