giovedì 20 dicembre 2007

Sorpasso spagnolo: un'onta o una salutare doccia fredda?

A titoloni i giornali italiani danno la "ferale" notizia: la Spagna ci ha superato! nella graduatoria virtuosa europea. La domanda sorge spontanea: ma dov'è la notizia? Si vuole forse dare il peso addosso a questo Governo dell'onta? Si vuole contmporaneamente colpire la fantasia del "popolino" (termine non io) per mettere il capro espiatorio unico alla gogna? O si vuole far dimenticare che nella precedente legislatura la crescita italiana è, grazie ad una dissennata politica economica che è stata più finaziaria che economica, vicinoa se non ZERO? E che in realtà la frenata della crescita (e tutto quello che questo significa in termini economici) è stato un lunghissimo processo inziato negli anni 80 dello scorso secolo quando c'era la milano da bere e la industria scopriva le gioie della finanza come valida alternativa (sopratutto dal proprio punto di vista perchè sotto ricatto dei licenziamenti si abbeverava alla mangiatoia di Stato salvo poi "stornare" in tutto o in parte i fondi così ottenuti in investimenti a dir poco dissennati in avventure speculativo/finanziarie) al "sudore" della fronte in fabbrica che significava: rapporti con i sindacati; trattative per i salari ecc. Così accadde che i capitani cominciarono prima a chiudere o vendere le aziende per lanciarsi in altri business e poi, avendo l'attitudine manifatturiera, pretendere che altri facessero qualcosa accusando "terzi" che non producevano più e lo Stato che non finanziava la ricerca e lo sviluppo; e, come se non bastasse, visto che l'evasione esplodeva i margini della tasszione raggiungevano parossismi e vette invalicabili pesando solo su chi effettivamente sgobbava per sbrcare il lunario, avevano ache la faccia tosta di criticare lo strozzamento del'economia. Insomma un gioco di disinformazione tutto teso a spostare su "altro" l'attenzione delle persone (coadiuvati egregiamente dal mainstream mediatico quasi tutto asservito ai salotti buoni) e premendo contemporaneamente, sulla politica perchè si giungesse allo Shock and Awe della società italiana in modo da mettersi alla pari con le tendenze della democrazia di punta occidentale: gli USA delle corporation. Obiettivo finalmente ragiunto all'inizio degli anni 90 dove, sull'onda del thatcherismo e del reaganismo, anche qui abbiamo avuto la shock therapy che ha modernizzato il paese: la svendita del patrimonio pubblico. Fatto questo il resto è storia recente e l'annuncio del sorpasso attuale nient'altro che la conseuenza oltremodo prevedibile di quei processi tendenti a creare l'elitè che ora gestisce lo Stato-bancomat che mal sopporta però vedersi messa di fronte ai propri errori (ma non sono tali perchè erano scelte oculate e precise) cercando ora, anche di fronte all'evidenza, ancora una volta di nascondere, anche a se stessa, la teribile verità: le basi della decadenza attuale hanno radici antiche che se non verranno evirate saranno foriere di ulteriori future sventure e avventure per noi comuni cittadini.............................. Il Governo Prodi ha molte responsabilità ma su questo c'entra come il cavolo a merenda e mi duole dirlo non trovo giusto rovesciare su esso colpe e malesseri antichi come lo Stato stesso!!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore