venerdì 1 agosto 2008

nuove generazioni: meriterebbero molto di più!

C'è sul focus del corsera una interessantissima indagine sugli adolescenti che vi invito a leggere con attenzione perchè da un quadro dei giovani italiani diverso da quello che il luogo comune ci dice di solito: questi ragazzi sono cambiati, sono diversi quasi alieni rispetto a quello che ci si potrebbe aspettare vista la situazione della società risentono dei miti televisivi, ma molto meno; si vedono come veline, tronisti, calciatori ma in misura minore; guardano meno tv e questo è un bene per loro. Qualche dato: il 26% vuole essere se stesso. Si pongono come obiettivo "amore e lavoro" e credono nel talento che li aiuta; hanno i loro miti (Che Guevara, Gandhi ecc.) e, soprattutto, le femmine credono nel lavoro come autorealizzazione: potrei citarne altri ma non vi rovino la sorpresa leggete e fate le vostre considerazioni, qui vi offro le mie.Partendo dal presupposto che indagini del genere, come anche i sondaggi, fotografano un'immagine "passata" e stampata nel tempo credo che l'atavico individualismo italico (confusionario ma geniale in certi casi) non sia morto, anzi, e stia rispuntando fuori riveduto e corretto. Mi chiedo ma ragazzi così meritano davvero la società che gli stiamo costruendo addosso? Meritano una scuola pubblica fatiscente che non ha più nulla di quello che comunemente si definirebbe "scuola"? E una università ridotta all'osso dai tagli che non può avere i mezzi per prepararli al mondo del lavoro, la meritano? Una società precarizzata? Una impossibilità di autorealizzarsi, se non fuori dal paese, la meritano? Insomma è colpa loro se tanta voglia di emergere è spesso compressa in un conformismo volto a impedire che potessero nascere competitors dei figli delle caste? Che senso ha mettere al mondo dei ragazzi che hanno davanti a se due prospettive: o una vita da precario o un'emigrazione dell'anima e del corpo verso l'alienazione del conformismo? Oppure verso, per chi ne ha il coraggio, verso l'emigrazione verso altri paesi meno conformisti e che apprezzano quanto da essi offerto a nostra perenne vergogna? Sarà l'ora tarda ma questi dubbi nel leggere lo studio mi hanno assalito e mi portano a dire che forse è meglio per loro partire tagliando i ponti con l'italia con un bell'esodo di massa di quelli biblici che non ci porterà lusrto ma almeno salverà tante vite dall'alienazione perpetua, non credete?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore