sabato 7 febbraio 2009

Davvero ci sarà frattura costituzionale?

Un pò alla volta si delineano i connotati del quadro e sempre più sale alla gola quel nodo formato da rabbia e indignazione che ogni persona civile di questo paese non può non avere. Lo scontro istituzionale era nell'aria e si aspettava solo il momento giusto per far scattare il trappolone politico/mediatico dentro cui far cadere i target inziali prendendo due piccioni con una fava: ridurre il ruolo degli altri organi costituzionali (Parlamento, Capo dello Stato, Corte Costituzionale, Corte di Cassazione) a una semplice subordinazione del Governo e rinsaldare l'asse con la Chiesa in un'alleanza pragmatico/politica che vede entrambi attori di un disegno di controllo e indirizzo dell'intera società italiana; gli indugi sono rotti ormai. Ne parla La Repubblica in termini bene articolati identificando chiaramente sia la svolta "bonapartista" che la "istituzionalizzazione del carisma" di weberiana memoria che certo non porta ad un'ampliamento degli spazi democratici a disposizione dei cittadini: un'esempio è quello di accomunare binomi di facile presa per confonderli come ad esempio morte/statalismo e vita/libertà menrte invece non è assolutamente così; ma non tutti ci arriveranno e cadranno anch'essi nel trappolone lasciandosi trascinare e coinvolgere dall'onda anomala che hanno creato volutamente. Si parla di tentazione autoritaria: non è proprio così. Perchè più che tentazione si tratta del classico "autoritarismo democratico" che dopo otto anni, con la sconfitta di Bush, è appena stato buttato nel cestino della storia negli USA: lì ha miseramente fallito, qui rischia (soprattutto per la timidezza,a esser buonisti, della cosiddetta opposizione del PD che in linea di massima condivide il quadro liberista) di avere successo e di trasformare in senso antistorico, illiberale e a-democratico la società italiana. Tutto fa parte del disegno: le proteste dei cittadini; quella civilissima di un padre disperato che dopo 17 anni si vede ancora una volta allontanare la possibilità di lasciare sua figlia libera dai vincoli meccanici che la tengono sospesa in un limbo fra vita e morte prigioniera di pregiudizi che vanno molto oltre il singolo caso (anzi lo pongono sullo sfondo) e riguardano il tentativo di mutare nel profondo la storia del nostro paese.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore