domenica 30 giugno 2013

wikileaks, datagate.. dobbiamo aspettare la prossima per capire che siamo controllati?

mentre qui si continua a ballare lo shake con madreterra.... scossina da 4.5 richter la guerra contro i cittadini prosegue.......
naturalmente smentiscono tutti di esserne a conoscenza; naturalmente tutti chiedono spiegazioni.. ma in realtà che gli americani, e tutti gli altri che ne hanno interesse, spiino i cittadini è cosa nota non da ora (chi ricorda lo slogan la cia ci spia? era vero..), e anche risaputa da tutti .... ma non si dice: no ma le cose non vanno mai nel senso giusto, e meno male che è così.
Ci son vari modi di spiare: le telecamere a circuito chiuso nelle strade; le mail; i tag, gli rfid e gli antitaccheggio; viacard ecc. son tutte cose che si servono a facilitarci la vita (se vivessimo in paesi democratici... realmente democratici) ma hanno anche un lato oscuro, lo spiare: il conoscere i nostri movimenti; le nostre preferenze (anche sessuali); i nostri gusti, anche culinari; se abbiamo pagato l'assicurazione ecc. ecc. si c'è un lato oscuro di cui non si vuol parlare e chi lo fa o viene tacciato da allarmismo ingiustificato o ... messo alla berlina, ridicolizzato.
Il problema rimane: è giusto che gli Stati spiino? E, soprattutto, è giusto che gli Stati, e le società commerciali, spiino tutti, anche gli stranieri? Capisco le ragioni: sicurezza, terrorismo, ecc. ma c'è un limite: lo stesso limite cui i politici si richiamano quando son pescati con le mani nella marmellata vale anche per noi.. ma non è così e l'abbiamo visto nel nostro paese in questi anni: c'è chi è salvaguardato e si fa fare leggi che lo rendono invisibile e chi no; e se questa non è disparità di trattamento antidemocratica, ditemi cosa lo sia...
Dobbiamo capirne i termini: se viviamo in delle autocrazie allora tutto fa perchè c'è chi è più in alto degli altri e diritti e facoltà vengono rispettati per chi fa parte delle caste o corporazioni che siano o vi aspirano ad entrarvi; se siamo società democratiche allora i cittadini hanno diritti, doveri e facoltà e quindi ci sono dei limiti invalicabili che solo un giudice terzo e autonomo dagli altri poteri può violare se ne ricorrono i termini..... ossia quello che esattamente la nostra Costituzione prevede e che guarda caso ... vogliono "riformare" a tambur battente, chissà perché, vero?
In ogni caso fossimo cittadini attivi non glielo permetteremmo... invece rimaniamo passivi e ciò non ci aiuta certo
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore