giovedì 11 ottobre 2007

Referendum: i casi della vita

Stasera tornavo a casa con il treno (tratta Lucca-Viareggio) e rileggevo il giornale quando sono stato attirato da una discussione fra ferrovieri a proposito del referendum che mi ha fatto pensare: l'uno diceva all'altro che non si meravigliava avesse vinto il sì se aveva funzionato come da loro dove avevano votato soprattutto quelli del personale a terra maggiormente sindacalizzato veniva dirottato dalle mense ai seggi mentre il resto, compreso quello viaggiante non aveva in gran parte votato e cito testualmente " sti stron..... fimano le peggiori schifezze per noi però quando si tratta di farci esprimere ci mettono i bastoni fra le ruote".... ora magari erano comunisti disfattisti, o erano dei cobas; ma preferisco, anche per correttezza nei loro confronti, che erano LAVORATORI che dicevano la loro e che erano insoddisfatti della situazione che la triplice gli stava propinando: ma continuano ad allungarsi le ombre su questo referendum e sulle modalità di esecuzione. Un'occasione di democrazia persa: ma si sa la ragion di stato (ossia l'accordo "salvagoverno" fatto con confindustriali e parte pubblica) prevale sugli interessi dei rappresentati.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore