mercoledì 5 dicembre 2007

I lavoratori pubblici italiani? per Montenzemolo tutti assenteisti

Il Fatto: la Ragioneria dello Stato ha elaborato dei dati sulla quantità di giorni, lavorati e non, nella Pubblica Amministrazione (non ci sono solo malattie, recuperi di giorni lavorati - ad esempio per i militari che tornano dalla missioni ci sono alcuni giorni di recupero che gli permettono di stare a casa, o forse non ne hanno diritto? -, ferie escluse, ore di straordinario non pagate ecc.) pubblicandole per fornire quell'informazione a cui tutti abbiamo diritto, visto che li paghiamo con le nostre tasse. Il Centro studi dalla Confindustria ha rielaborato i dati della Ragioneria aggiungendo oltre a quanto sopra un terzo delle ferie (a detta dei sindacalisti interpellati in proposito e di alcuni esperti). Montezemolo a questo punto (come argutamente fanno notare TUTTE, ma proprio tutte, stavolta nessuna esclusa, LE OO.SS.) ha tirato fuori la notizia sparandola come una cannonata; i risultati di questa "rielaborazione" sono sorprendenti: a Siracusa sono dei fulmini di produttività mentre a Bolzano dei fulmini assenteismo cronico; gli impiegati (civili e militari?) della Difesa che sono al top dell'assenteismo. In poche parole l'Italia finisce sottosopra. Tutto è possibile in questo folle paese però sorge un dubbio: chi, come il sottoscritto, conosce le zone di Trento e Bolzano, per fare un'esempio, sa benissimo il livello dei servizi che quelle Pubbliche Amministrazioni offrono, altissimo peraltro rispetto al resto del paese (una prova è che molti Comuni appartenenti a Regioni a Stuto ordinario hanno tenuto referendum per passare proprio sotto queste Regioni, sarà un segnale o no di gestione efficiente?), a livello dei paesi europei all'avanguardia. A Siracusa, magari, se non sono altrettanto bravi sarà anche forse colpa dei dipendenti inefficienti ed assenteisti (tutti? Siamo seri) ma non è che, magari, non è solo colp loro ma anche di quei comitati di affari "misti" di politica/malaffare/settori dell'imprenditoria inquinata che certo non invogliano la gente a lavorare e ad essere efficiente e se dovessero avere voglia di lavorare gliela fanno passare perchè lo Stato bancomat e non efficiente consente di introitare fondi che altrimenti sarebbero dati in maniera più selettiva (sono molte le inchieste in proposito e qualche magistrato si è anche fatto "male" indagandovi come ultimamente emerso). Insomma i dipendenti pubblici sono, in tema di assenteismo, in media con quelli privati se si prendono i dati correttamente e si porgono alla pubblica opinione in maniera altrettanto corretta; se si elaborano nella giusta maniera; e se non si cerca di dimostrare a qualunque costo un'assunto con il quale mandare messaggi trasversali alle controparti (dimenticando che lo Stato italiano è sempre stato molto generoso con gli industriali italiani in tema di finanziamenti, più o meno ufficiali, e agevolazioni fiscali ogni volta che questi battevano cassa mentre invece quando le cose andavano meglio si guardavano bene dal socializzare i profitti o reinvestirli in attività produttive preferendo invece lanciarsi in operazioni speculative e finanziarie spesso finite malissimo con tanto di code giudiziarie, lo "Stato Bancomat" appunto). O forse questo siluro serve per altri scopi? Ricordiamo infatti che c'è sul tavolo non la solo la trattativa sui rinnovi dei contratti dei metalmeccanici e di altre categorie private ma anche la riforma della contrattazione collettiva e la richiesta, con annessa minaccia di sciopero generale da parte delle OO. SS. di detassare i redditi da lavoro dipendente e i contratti mettendo in questo modo il dito sulla piaga della connivenza fra politica e poteri economici forti che hanno scaricato sui lavoratori dipendenti in questo ventennio le politiche liberiste fatte, e che invece hano tenuto al caldo i "rischi" che i potentati industriali avevano.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore