venerdì 7 dicembre 2007

Morti bianche: la strage continua

La tragedia della Thyssen è l'ulteriore segnale d'allarme di come, ormai sia al minimo l'attenzione sulla sicurezza del lavoro non solo sui cantieri edili ma ora anche nelle industrie: soprattutto se è vero che, come affermava un lavoratore ferito e sopravvissuto all'incidente, che gli estintori erano quasi vuoti e/o scarichi; la Magistratura, e gli altri organi preposti alla vigilanza, accerterà le responsabilità delle parti e si conoscerà almeno la verità giudiziaria; ma un'altra verità è già accertata purtroppo: che in Italia, nonostante le leggi, chi ha potere e può condizionare sia chi le leggi le fa sia la loro reale applicazione visto che a volte basta un'indulto per passare la spugna. Non mi piace speculare e mi scuso con gli operai coinvolti e con le loro famiglie, ma mi chiedo cosa intenda fare questo Governo (che vede nella maggioranza forze che si dicono di sinistra) per migliorare la situazione e costringere le aziende non a badare solo alla produttività e al profitto ma anche alla sicurezza dei propri dipendenti. Intanto la lista si allunga con ieri e per fine anno ce ne, sis pera di no, saranno altri. Torna a fagiolo con il discorso del'altro ieri del Capo di Confindustria che invocava, patentementeusando dati "rielaborati" della Ragioneira dello Stato, maggiore introduzione di regole private anche nel pubblico impiego: e se queste regole sono le stesse che provocano un tal tipo di "problemi (come quello alla Thyssen)" forse è il caso che sia l'impiego privato che venga portato al livello di quello pubblico con consueguenze migliori per tutti soprattutto per gli operai!
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore