giovedì 22 novembre 2007

I lunghi coltelli da I° Repubblica.........

Ha fatto scalpore il cosiddetto "gioco di squadra (qui come da la notizia LA7)" messo in atto fra i dirigenti dei due maggiori network nazionali negli scorsi che avrebbe comportato la creazione di una rete pro-Governo di allora che non fa certo bene nè alla libertà dell'informazione (è già anacronistico parlare di libertà in un paese dove tutta la stampa è in mano a pochi imprenditori) nè alla trasparenza del cosiddetto mercato (ammesso anche qui che esista davvero un mercato)nè ancora sulla gestione del servizio pubblico del quale noi paghiamo il canone e alza il velo sui tanti punti oscuri che ai comuni cittadini vengono tenuti nascosti e non permettono agli stessi di farsi un'idea di quello che davvero accade nei rapporti media/politica (e non solo in questo ma in tutta la rete di intrecci che coinvolge il mondo politico e gli affari). E' vero, le intercettazioni pubblicate dal quotidiano non erano direttamente pertinenti all'inchiesta e quindi in un sistema corretto non si dovevano pubblicare ma è anche vero che in un paese corporativizzato come il nostro è il solo modo per il cittadino di conoscere aspetti ignoti e nel gioco di potere che c'è dietro queste cose il pubblicarle risponde a più fini, il giornale La Repubblica che li ha pubblicati forse l'ha fatto anche per portare a conoscenza dell'opinione pubblica questo spaccato: ma soprattutto nel nostro paese davvero vale il motto del "chi è senza peccato scagli la prima pietra" dato che proprio Panorama spara l'inchiesta che porterebbe ad evidenziare la connessione durante il tentativo di scalata a Telecom di Oak e alcuni esponenti dell'attuale maggioranza (oak in italiano significa "quercia" anche poco fantasiosi peraltro) che ci sarebbero stati dietro; ma soprattutto l'idea che se ne riceve è quella di una guerra sotterranea fra uomini e poteri che a colpi di dossier e scoop mirano a screditarsi a vicenda per partire da punti di forza rispetto agli altri quando ci sarà da negoziare i futuri equilibri sia fra i partiti che all'interno di essi in vista delle cosiddette "riforme ineludibili" che si stanno prospettando. Da parte mia non meraviglia per nulla un tale bailamme perchè i nostri politici (e i gruppi economici e finaiziari di cui sono espressione) non sono nuovi a queste cose e la nostra storia è piena letteralemente di cose del genere: ma nonostante tutto ciò non posso esimermi da.............................
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore