domenica 23 settembre 2007

Dopo il redditometro "drogato" ora tocca alla casa

Come avevo anticipato nel post precedente per quanto riguarda la casa ora arriva la stangata con il catasto patrimoniale dove al valore delle rendite catastali vengono create quelle patrimoniali con aumenti al di là di ogni logica e comprensione. Con la scusa di far mergere il nero di agenzie e notai la legge in preparazione obbliga a dichiarare (lo si deve fare già ora grazie ad un comma della finanziaria della "rinascita" italiana ) oltre al valore catastale anche quello reale. Ora è stato calcolato che con una ICI del 5 per mille una prima casa da 100 mq che vale come valore catastale 100 mila euro e come rendita catastale (al netto delle addizionali irpef e con detrazione di 103 euro, una miseria) 1000 si pagava di ICI 397 euro con la variazione allo studio, e ripeto in parte già introdotta, se ne paghrebbero 1397 di euro. Non c'è che dire un bell'aumento che graverà sui redditi di chi la prima casa la vive e ci paga il mutuo, e non solo a parte questo salasso essa concorrerà,come scritto nel mio post suindicato, al reddito in misura maggiore eliminado di fatto le detrazioni favorevoli (ecco perchè il nostro Ministro TPS ha ottenuto l'assenso dalla UE), ed inoltre il rialzo dei tassi voluto dalla BCE ed il giochetto è fatto: diventerà durissima sostenenre e pagarsi la casa e qualcuno se la vedrà pignorare per morosità. Peggio ancora per gli affittuari che in seguito a questi aumenti si vedranno aumentare esponenzialmente gli affitti (perchè i propietari non sono nè degli stupidi nè dei benefattori), con un'altra bella sforbiciata ai redditi. Nonostante le smentite dei Ministri interessati (Visco e Padoa Schioppa) anche la Confedilizia ha denunciato la cosa e quindi se solo la metà di quanto sopra diventerà una riforma possiamo dire di essere nei guai fino al collo (e chi dice che questo aumenterà l'equità dice una balla perchè le case a nero continueranno ad essere affittate ad un affitto più alto per coprire il rischio è chiaro) e l'unico a guadagnanrci davvero sarà lo Stato e i Comuni (che in questo modo compenseranno i tagli dei trasferimenti). Ora se questa è una finanziaria di un Governo che si dice di centrosinistra allora è una balla perchè se l'avesse fatta l'attuale opposizione quand'era al Governo scoppiava la rivoluzione invece ... tutti zitti. Avete ancora bisogno di discernere fra Destra e Sinistra? Avete ancora bisogno di sapere per chi votare alle, ormai, prossime elezioni (che vedranno il PD alleato con la CDL)? Avete pensato che è un brutto sogno? Svegliatevi !!! qui anche con la vasellina il sedere davvero comincia a far male......................
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore