venerdì 28 settembre 2007

A Busto Arsizio la democrazia è una chimera?

L'aggressione vile al partigiano Angioletto Castiglioni di 84 anni reduce nei campi di concentramento è un segnale pessimo per la nostra società: significa che i mostri del passato non sono spariti nelle fogne della storia ma sono ancora fra di noi: qualcuno ha levato il tombino e li ha fatti uscire fuori liberandoli. Ed ecco i risultati: i nazistelli, probabilmente che non sono mai stati a visitare un campo di concentramento nè conoscono la storia, alzano la cresta e lo circondano insultandolo violentemente: evidentemente ha la colpa di essere appunto un partigiano e di essere il custode del Tempio civico della città; ma ha anche un'altra colpa: ha vissuto la guerra e, non solo, cerca di portare la sua esperienza di vita nelle scuole evidentemente senza costrutto visto che le reazioni di persone incivili e che ancora non si sono accorti che la storia li ha sconfitti; ma quello che ferisce davvero è che il tutto avviene nella generale indifferenza degli astanti memori forse che con le leggi che ci sono probabilmente sarebbero stati loro ad essere imputati edenunciati se fossero intervenuti passando da difensori ad aggressori. Ecco quello che accade nello sdoganare queste formazioni: gira e rigira cacciano fuori il meglio di se ma mentre prima c'erano gli anticorpi ora invece no: siamo liberali ed ognuno può insultare l'altro impunemente e nessuno ci trova di ridire nemmeno quando nazisti e xenofobi mettono a frutto quello che hanno imparato nella loro scuola di violenza.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore