domenica 23 settembre 2007

Bush ci riprova..... ma sull'ambiente


Il comandante in capo nel discorso sullo stato dell'unione ha sorpreso (naturalmente chi "voleva" farsi sorprendere) molti impostando buona parte del discorso sui temi dell'ambiente e qualche accenno all'interventismo (in puro stile texano) nella guerra della libertà . E' una tecnica di marketing politico ben nota quella di spostare l'attenzione del pubblico su temi "sensibili" e infilare qual e là rifgerimenti a ciò che davvero ha in mente. Ora al pensiero che Bush possa essere preoccupato per il clima globale (che è cambiato anche grazie a lui e a quelli come lui...) mi fa sinceramente sorridere perchè proprio non ce lo vedo che rinuncia a qualche milione di bei dollaroni perchè preoccupato, e mi fa inkazzare perchè, forse, pensa che siamo tutti rinko a forza di vedere pupe e secchioni e/o grandi fratelli, e quindi tutti ci beviamo quello che ci propinano: la verità è un'altra a lui, e a quelli come lui (di cui un'ottima schiera è in questi giorni a Davos dove si svolge il Forum mondiale dove si decidono i destini di un'intero pianeta), non gliene può interessare di meno. In realtà il problema è che deve far ingoiare ai sui connazionali, e a noi come suoi sudditi (grazie alla classe politica che ci ritroviamo), un'altro annetto di guerra (con annessi "danni collaterali") fino alle elezioni presidenziali e lasciare al suo successore la patata non bollente ma incandescente con la speranza che ci bruci le dita......... e devo dire che ci sta riuscendo perfettamente anche grazie ai suoi oppositori (si fa per dire, visto che altro modo di distinguere i democratici dai repubblicani praticamente simili in tutto, in pratica il nostro futuro...) che si fanno cagnara ma di decisioni, e iniziative, serie manco a pensarle di striscio per non compromettersi nella corsa all'elettore moderato. Si può andare avanti così? Temo di si visto che a pagare non saranno costoro ma tanti ragazzi mandati là a morire in nome di una faccia da non perdere, questo è, forse, il "piano C" di Bush: soprattutto non perdere la faccia e ammettere di aver sbagliato tanto che già pensa di abbattere il governo irakeno "democraticamente" eletto sulle baionette americane e sulle autobombe estremistiche e metterne un'altro più amico impipandosene delle suddette elezioni e di cosa pensano davvero gli irakeni.
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore