domenica 23 settembre 2007

Somalia: un'altro fronte

Dopo l'offensiva delle truppe etiopiche, alleate del Governo riconosciuto dalla comunità internazionale, le corti islamiche somale si sono ritirate nel sud. E ora? Ritornerà il caos antecedente? Oppure si sarà in grado di mettere un punto fermo e far ritornare in questo paese così martoriato una parvenza di legalità e di stabilità? I civili sono quelli che stanno pagando il prezzo maggiore degli scontri, prima fra fazioni e clan e poi fra essi alleati e le corti, e delle varie guerre che hanno attraversato questo paese. Già una volta la comunità internazionale è intervenuta in maniera fallimentare ora si spera che abbia fatto tesoro del precedente e si faccia promotrice di una pace stabile e duratura. E soprattutto metta le basi perchè non sia più terreno di scontro fra Occidente (e suoi alleati locali) e mondo islamico tanto per cambiare e provi a far convivere le diverse posizioni e sensibilità. Un grosso ruolo lo potrebbe giocare l'Italia che con quella nazione ha tanti legami, ma una volta tanto sarebbe il caso che non ci siano solo giochi di potere ma si dia la priorità ai profughi e alle loro sofferenze consentendo da un lato il loro ritorno a casa in sicurezza e dall'altro spingendo per una convivenza civile dove al posto delle armi (e degli interessi internazionali nonchè delle multinazionali) parli la tolleranza e il civile confronto sul che fare per risollevare il corno d'africa da dove è ora per farlo diventare il laboratorio politico economico di tutta la Africa: ne ha bisogno grande è il debito che il pianeta ha nei suoi confronti, sarebbe il caso di cominciare a pagare non credete?
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore