domenica 23 settembre 2007

Partito democratico: si o non si fa?

Ma nascerà o no sto partito democratico? se lo chiedono in tanti nei Palazzi nessuno nel mondo reale. Già perchè sta diventando una telenovela del più grande reality politico-mediatico della storia repubblicana ma in realtà è solo un gioco di potere nel quale le varie fazioni delle elitès si scontrano facendo e rifacendo conteggi, disquisizioni e chissà cos'altro mentre il paese reale vuole altro ben altro ma si accorge che giorno per giorno il suo peso è infimo la sua voce inascoltata. Ecco la distanza fra questo mondo e noi. I politici disegnano a grandi linee il futuro, o meglio il nostro futuro, ma a noi mica chiedono un parere, no !! lo danno per scontato visto che metà Italia li ha votati e quindi sapevano a cosa andavano incontro: in realtà non è così, sono stati votati perchè si voleva svoltare, cambiare quella che era stata la strada percorsa negli ultimi cinque anni invece ci ritroviamo nello stesso solco con le stesse idee e soprattutto con le stesse persone. Più volte ho detto che a me che facciano o meno il P. Dem. non importa nulla ma che comunque lo auspicavo perchè poteva essere l'occasione storica di far nascere una sinsitra vera, lontana dagli ideologismi di maniera e facciata e vicina alla società reale e civile (soprattutto quest'ultima), e che ne portasse i bisogni alla luce e ne migliorasse le condizioni sociali ed sconomiche, una sinistra non legata vecchi temi ma aperta alle nuove tematiche che emergono e si fanno pressanti, laica soprattutto, e ci porti ad essere una società avanzata e matura dove la prima necessità non è il taglio dei servizi sociali e di pensioni, sanità, scuola ma soprattutto una sinistra con volti nuovi e idee nuove non i soliti "noti" che per prima cosa badino allo scranno. L'utopia a volte mi assale ma il mio cinismo mi porta a pensare che un sogno come quello di M. L. King non si realizzerà mai !! Anche se cercare strade diverse non lo faccio per la mia generazione ma per quelle future affinchè guardando indietro non ci maledicano per quello che potevamo fare e non abbiamo fatto. E' vero, rispetto all'elettorato di centrodestra che delega con maggior fiducia ai propri leader soprattutto perchè è antipolitico, l'elettorato di centrosinistra partecipa di più ed è più attento però la sensazione che ogni volta che si apre lo spiraglio per capire e sapere quello che accade nei palazzi ci venga risbattutto in faccia c'è ma devono capire che prima o poi capiterà che a forza di chiudere porte e finestre, che le ventate di aria nuova dovrebbero portare dentro un diverso respiro, fuori non ci sarà più nessuno ad aspettare e rimarranno soli a parlarsi addosso perchè il paese reale se ne è andato per la propria strada.......
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore