domenica 23 settembre 2007

Il popolo dei guardoni

Stasera ad Annozero oltre a proporre spezzoni di W Zapatero a mò di atto di accusa contro la politica, di prima e di ora, che non molla la presa sulla rai (e perchè mai dovrebbe farlo, mi chiedo?), e questo è un'altro limite di questo Governo partito con intento riforrmatore nei confronti delle leggi di quello precedente ma ancora non si è visto nulla (e come potrebbe se devono fare la fase due e prima ricontare le schede sui cui l'enigma è grande), dicevo oltre alla Guzzanti hanno riproposto un vecchio filmto dove il punto non era tanto il parassitario mondo dei ricchi e dei parvenu (assurto a vera e propria industria dello spettacolo con modelli per le nuove generazioni che anzichè preoccuparsi, senza generalizzare è ovvio, del loro futuro hanno un'unico scopo "avere o apparire") quanto i comuni mortali che a tutte le ore stanno lì a guardare, fotografare, filmare e invidiare i personaggi di cui sopra. Non starò a fare la disquisizione sociologica e politica perchè sarebbe ovvia e scontata, ma piuttosto un commento tratto dal titolo, parafrasato, dal titolo di un film di qualche decennio fa: (povera Italia) mio Dio come "sei" caduta in basso ...... che tristezza siamo diventati un popolo di guardoni beceri e invidiosi
Posta un commento

test velocità

Test ADSL Con il nostro tool potrete misurare subito e gratuitamente la velocità del vostro collegamento internet e ADSL. (c) speedtest-italy.com - Test ADSL

Il Bloggatore